Consulente aziendale e coach

Sei un Leader o un Dittatore?

Si parla spesso di capacità di Leadership, ma sappiamo davvero quali sono le qualità che rendono una persona un Leader in una squadra sportiva, in un’azienda o semplicemente in un gruppo di amici. E sopratutto sai distinguere quali sono le qualità di un leader da quelle di un dittatore?
Molto spesso se si guardano sono le persone che hanno un seguito si possono confondere le cose. I leader come Mandela, Gandhi, Gesù, Giovanna D’Arco, William Wallace, Maria Teresa di Calcutta cosa hanno di diverso dai dittatori come Mussolini, Nerone, Francisco Franco, Hitler, Stalin, Mao Tze Tung, le liste sarebbero lunghissime per entrambi, ma cosa li accomuna e cosa li distingue?
Entrambi hanno dalla loro determinazione, forza, coraggio, capacità strategica,un ideale per il quale combattere. Ma la differenza sostanziale sta nell’obiettivo finale, nella motivazione e nel sistema comunicativo. Il leader ha un obiettivo comune, il dittatore lo fa per la gloria personale è molto autocelebrativo, il leader è motivato dal miglioramento personale strettamente collegato a quello di chi lo segue, tanto crescono gli altri tanto cresce il leader, il dittatore sfrutta la sua capacità carismatica per portare a termine i propri interessi spacciandoli per comuni. “Arbeit macht frei” scritta all’entrata di Auschwitz. Hitler utilizzò una frase incontestabile, è vero che il lavoro rende liberi, economicamente di poter fare ciò che uno desidera, ma ne manipolò il significato! Ed ecco entrare in gioco il sistema comunicativo, anche in questo caso il leader ha una comunicazione seduttiva, che ti porta nella sua direzione, che non ti impone, ma propone con fermezza chiarezza, ed è coerente nel fare ciò che dice lui per primo. Il dittatore ottiene consensi attraverso un regime di paura, fa minacce più o meno velate per ottenere consensi e seguito, ma alla fine non si ottiene niente di ciò che ha promesso, o nel migliore dei casi se si ottiene qualcosa è bravissimo nel farti sentire infinitamente grato ed in debito per averti concesso le briciole di ciò che ti aveva promesso. Questa abilità comunicativa, appartiene sia ai leader che ai dittatori ed è lo strumento che più di tutti gli permette di muovere le masse. La differenza sta nella COERENZA tra ciò che dicono e quello che fanno. E tu sei coerente? Sei un leader o un tiranno? Domini come un’aquila, o come un avvoltoio?

serie MAS PALOMAS

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>